Pane senza glutine, senza lievito che non è un mattone- per chi adora ma non mangia il pane (come me)

20150218_110518Domenica è la giornata che dedico al fare e sfornare il pane per la settimana. Per anni facevo mio pane settimanale con la mia pasta madre creata e curata con tanto amore (all’inizio timore!) e passione. Da qualche anno però ho eliminato il glutine e quasi tutti i farinacei per motivi di salute (permeabilità intestinale -‘leaky gut’- e un caso eterno di candida) e quindi ho dovuto mettere in pausa mio rito di nutrire e curare la mia adorata pasta madre- e il mangiare del pane splendido risultante.

sourdough loaf

loaves c’era una volta quando potevo mangiare queste meraviglie

Spero di riprendere un giorno il gioco dell’alchimia magica del lievito naturale, però nel frattempo mi diverto a creare degli alternativi – è una necessità vitale per me avere un veicolo per il burro, senza di che la mia vita diventa veramente troppo grigia -‘everything’s better with butter’!!

Dopo tantissime prove e anni di perlustrare i siti ‘gluten free’, Paleo e anti-candida sul web, ho finalmente creato una ricetta che soddisfa la mia brama di pane – e che non sia un mattone di sbobba di ingredienti ‘gluten free’ (GF). Personalmente non mi piace l’elenco di ingredienti delle ricette più comuni GF: amidi di mais/tapioca, gomme guar/xanthan, fecola di patata, ecc. Troppa roba agglomerante e industriale. In più, tanti di questi non sono consentiti in una dieta anti-candida come la mia in questo momento.

La mia passione per il pane (e il burro!) mi ha spinto a perfezionare una ricetta che soddisfa tutte le mie esigenze dietetiche abbastanza rigide di questo momento e in più la mia esigenza di deliziosi-tà. Ed ecco la mia ricetta – risulta in un pane morbido e ricco (se lo voglio più croccante lo metto nella tostapane) – con tanto sapore e ‘texture’. In piú, è anche una fonte di proteina, fibra e acidi Omega-3, quindi sarebbe anche ‘Paleo-friendly’ per chi segue la cucina Paleo. Se siete vegetariani o vegan, potete sostituire le uova con qualche amido o gomma elencato sopra – oppure aggiungere un gel fatto di semi di chia lasciati ad ammollo per 5 minuti (per ogni uovo farete un miscuglio di un cucchiaio di chia macinati e 3 cucchiai di acqua tiepida).

Ricetta Pane Veloce, Buono e Bello – senza glutine, senza lievito (volendo anche senza latticini e uova)

20150130_193750

Ingredienti:
  • 150 g di fiocchi di grano saraceno (o avena) – lasciata ad ammollo per 7 ore o durante una notte (per diminuire l’acido fitico: un antinutriente che riveste i cereali, semi e noci…scriverò di più su questo discorso in un prossimo blog!)  Per un pane più Paleo, sostituite il grano saraceno con farina di mandora – sempre lasciata ad ammollo…
  • 100 g di semi di lino macinati (o farina di semi di lino)
  • 40 g farina di cocco (si trova nei negozi bio, oppure potete macinare più finemente il cocco grattugiato che si trova al supermercato)
  • 3 uova battute (per una versione più Paleo mettete 4 uova)
  • 125 ml kefir, latte o acqua
  • 75 ml burro sciolto (o olio di cocco)
  • pizzico di sale
  • 1 cucchiaio (15 g) di polvere lievitante (o bicarbonato)
  • miele o stevia a piacere (opzionale)
  • se volete un pane speziato, aggiungete 2 cucchiai di semi di finocchio, un cucchiaino di cannella macinata e un pizzico di chiodi di garofano macinati.

Alla mattina (oppure la notte prima) mescolate insieme il kefir/latte/acqua e i fiochi di grano saraceno in una ciotola (se il miscuglio è troppo asciutto, aggiungete uno o due cucchiai di kefir o acqua). Coprite con un po’ di pellicola e lasciate in un posto calduccio per almeno 7 ore. Quando siete pronti a preparare il pane, riscaldate il forno a 175º e imburrate una teglia per il pane, rivestendo la base con una striscia di carta da forno.

Aggiungete tutti gli ingredienti asciutti ai fiocchi lasciati ad ammollo (non dimenticate la polvere lievitante!), il burro sciolto, poi le uova battute e il dolcificante (un cucchiaio di miele o 15 gocce di stevia liquida).

Cuocete nel forno per 25-30 minuti, o fin che il pane non sia dorato.

Sfornate e togliete la pagnotta dalla teglia e fate raffreddare per almeno 30 minuti – se ce la fate a resistere – e servite con il burro 😉

20150218_110636

“I shouldn’t think even millionaires could eat anything nicer than new bread and real butter and honey for tea.”
Dodie Smith, I Capture the Castle


English version on page 2!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *